Visitare Amsterdam in un’unica giornata: ecco una guida su cosa fare in sole 24 ore

Trovarsi di passaggio in una grande capitale è un qualcosa che capita molto spesso, sia per chi è in attesa di un transfert per altri luoghi, sia per chi è in viaggio per motivi di lavoro o anche per quelle persone che organizzano un weekend all’estero all’ultimo minuto. Seppur sia una città che meriterebbe più tempo per essere conosciuta appieno, ecco una pratica guida su cosa vedere assolutamente nel vostro soggiorno ad Amsterdam di sole 24 ore.

Come spostarsi in città

Amsterdam è una delle capitali europee più conosciute al mondo e meta ogni anno di milioni di turisti: le stime più recenti, infatti, indicano che nell’anno appena conclusosi siano stati ben 16 milioni i turisti accorsi per visitare le bellezze della capitale olandese. Anche se si hanno a disposizione poche ore, si ha comunque la possibilità di visitare le attrazioni principali;  il centro di Amsterdam infatti non è molto esteso vi si raccolgono la maggior parte dei luoghi di interesse, ma troviamo anche alcuni tra i migliori locali della città.

Un modo sicuramente caratteristico per visitare la città, in completa libertà e autonomia, è attraverso il comodo servizio di bike sharing. Ad Amsterdam gran parte della popolazione si sposta con in bici. Per apprezzare al meglio ogni scorcio della capitale ma anche per poter avvicinarsi agli usi locali, affittare una bicicletta durante un soggiorno breve può essere un’ottima idea. Reperire una bici da affittare è molto facile, infatti sono moltissimi i rent a bike che forniscono tale servizio e sono disseminati in ogni angolo della città. Altro modo per poter muoversi è logicamente usufruendo dei mezzi di trasporto pubblici, che fanno della puntualità e della capillarità il proprio punto di forza.

I Amsterdam City Card

La soluzione più comoda per poter risparmiare sia tempo che denaro è sicuramente quella di acquistare la I Amsterdam City Card con validità di 24h. Tale Card offre uno svariato numero di servizi tra i quali: l’utilizzo di tutti i mezzi di trasporto pubblico, l’accesso gratuito o scontato presso i principali musei, una crociera in battello e altri sconti presso le attrazioni secondarie della capitale, ristoranti e negozi. La card può essere sia acquistata in anticipo sul sito di riferimento ufficiale o anche in loco: presso uno dei tanti punti vendita che si trovano sparsi per la città o anche presso l’aeroporto di Schiphol o anche presso l’ufficio di informazione turistica ubicato di fronte alla Stazione Centrale. Siamo quindi pronti per iniziare il nostro piccolo tour della città. Ecco dunque cosa visitare ad Amsterdam in una sola giornata.

Cosa vedere ad Amsterdam: la piazza dei musei

Un buon modo per iniziare il nostro breve tour è quello di partire dall’area denominata Museumplein. Si tratta della piazza in cui si trovano i principali musei della città, dislocati in un’unica piazza arricchita da fontane, installazioni artistiche e diverse aree verdi. Il Rijksmuseim (aperto ogni giorno dalle 9 fino alle 17) è il più importante museo cittadino; la sua peculiarità principale è quella di raccogliere la più vasta collezione di opere d’arte del periodo d’oro dell’arte fiamminga, nonché una notevole collezione di manufatti d’origine asiatica e alcuni tra i principali lavori di Rembrandt come “La Ronda di notte“.

Inoltre è presente anche il Van Gogh Museum, dove trova posto la più grande collezione di opere d’arte di Vincent Van Gogh, probabilmente il più importante e famoso pittore dell’arte fiamminga. Per gli appassionati d’arte contemporanea lo Stedelijk Museum offre una valida alternativa.

Cosa fare gratis ad Amsterdam

Trascorsa la mattina all’insegna dell’arte, un buon modo per godersi la città a pieno, come un vero amsterdammer, è pranzare all’aperto. Il luogo ideale è sicuramente il mercato Albert Cuyp (aperto dal Lunedi al Sabato, dalle 9 alle 17) ubicato preso il quartiere De Pijp. Qui si può apprezzare la vivacità della zona, con bancarelle ricolme di ogni genere di prodotto alimentare, e concedersi uno spuntino tipicamente olandese come i Kibbelling (piccoli tranci di merluzzo fritti al momento) o un panino con l’aringa cruda (broodje haring) accompagnato da una classica birra olandese. Per chi preferisce maggiore tranquillità, i luoghi ideali sono il Vondelpark o la terrazza di Blauwe Theehuis, ideali per un pic-nic all’aperto.

Finita la pausa pranzo, il tour della città può proseguire con una visita al centro storico della capitale. Basterà una buona mappa per poter godere appieno di questa splendida zona, dove spiccano la celebre Piazza Dam (raggiungibile con i tram 1, 2 e 5 da Museumplein o 16 e 24 da Albert Cuyp Markt) e il quartiere a luci rosse (il De Wallen). Altre tappe obbligatorie sono il mercato dei fiori galleggiante e il cortile Begijnhof in piazza Spui. Da qui, dopo aver attraverso una serie di canali, non sarà difficile raggiungere la casa di Anna Frank e per concludere il giro del centro storico mancherà solamente Noordemarkt, una delle più famose piazze della città ubicata presso il quartiere Joordan. Altri luoghi d’interesse sono il museo del formaggio e il museo dei tulipani, entrambi ubicati presso il canale Prinsengracht rispettivamente al civico 112 e 116. Nei dintorni si può poi fare una rapida sosta al Winkel 43 per assaggiare una fetta di torta di mele o un pannenkoek (il pancake olandese) da Pancake Bakery.

Un giro in battello

I canali sono tra le caratteristiche più rinomate di Amsterdam. Grazie alla compagnia Holland International Canal Cruise è possibile imbarcarsi per un giro di un’ora che vi porterà a percorrere i canali più caratteristici, dichiarati nel 2010 patrimonio dell’Unesco. L’imbarco lo si effettua lungo il Damrak, il viale che collega la Stazione Centrale con Piazza Dam in zona Joordan; le partenze sono ogni 30 minuti e se siete muniti della I Amsterdam City Card è già ricompreso nel prezzo. Nel biglietto è incluso un’audioguida (anche in lingua italiana) e su prenotazione la compagnia permette di fare un aperitivo a bordo.

 

Cosa fare la sera ad Amsterdam

Amsterdam resta una città particolarmente vivace anche di sera grazie anche al gran numero di locali etnici, soprattutto in quartieri come: China Town, Zeedijk e Niuwe Markt. Per la cucina Thai, il Bird a Zeedijk è tra i più gettonati mentre il Nam Kee offre ottimo cibo cinese. Per allietare il dopo cena assaporando qualche liquore tipico, si consiglia una sosta al Wynand Fockink, un’antica distilleria fondata nel 1679 che offre una ricca gamma di liquori e birre.

Lascia un commento