I canali di Amsterdam: alla scoperta di uno dei tesori della capitale olandese

La città Amsterdam è ogni anno una delle mete preferenziali per i turisti non soltanto per le splendide attrazioni ma anche per la cornice spettacolare in cui le sue bellezze sono incastonate. La capitale olandese infatti si poggia su un’intricata serie di canali lunga più di 100 chilometri, che le hanno valso l’appellativo di “Venezia del Nord”. Gli stessi canali sono quindi una delle attrazioni della capitale e quelli ricompresi all’interno del Singelgracht (ossia il: Prinsengracht, Keizersgracht, Herengracht e Jordaan) sono inseriti dal 2010 nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

La storia dei canali di Amsterdam

La rete di canali, che con il tempo è andata ad espandersi, è stata inizialmente una scelta obbligata per gli amsterdammers dal momento che il fondo lagunare obbligava a dover adottare strutture architettoniche rialzate e un sistema efficiente di incanalamento delle acque. Tale scelta obbligata diventerà poi un punto di forza per un piccolo insediamento di pescatori. Grazie infatti agli scambi commerciali facilitati dallo spostamento tramite i canali, in non molto tempo Amsterdam divenne sempre di più una città fondamentale dal punto vista economico nonché crocevia dei principali scambi commerciali dell’Europa del Nord.

La città è stata creata snodandosi attorno a varie reti di canali concentrici. Le prime tre cinture hanno una finalità per lo più residenziale. La quarta cintura che è più esterna, ha scopo difensivo e di contenimento delle acque. Queste quattro vie d’acqua sono interconnesse da canali a raggio, formando una specie di ventaglio. I primi canali risalgono al XIV secolo, con la prima cintura composta dai canali Geldersekade e Kloveniersburgwal a est e Singel a ovest.  Ad oggi Amsterdam è solcata da un numero considerevole di canali: ben 165 per una lunghezza di 100 km.

I più famosi, formano la cosiddetta “Cintura dei  canali”(Grachtengordel) che raccoglie  il nucleo antico della città, da nord-ovest a sud-est. Partendo dal centro cittadino i canali semicircolari principali sono:

  • il Singel, costruito nel ‘400  per scopi difensivi. Attualmente percorrere questo canale offre al visitatore la possibilità sia di ammirare splendidi scorci e sia paesaggi più degradati dove hanno sede per lo più piccole osterie e antichi magazzini;
  • l’Herengracht (Canale dei Gentiluomini);
  • il Keizersgracht (Canale dell’Imperatore, dedicato a Massimiliano I);
  • il Prinsengracht (Canale del Principe, intitolato a Guglielmo il Taciturno), questi furono  progettati e realizzati nei primi decenni del ‘600, quindi successivamente al Singel, e sono destinati allo sviluppo residenziale;

Mappa dei canali di Amsterdam

Mappa dei Canali di Amsterdam

L’Herengracht prende il nome dai signori che comandarono Amsterdam nel XVI e XVII secolo, ed è il più interno dei quattro canali che compongono la cerchia, scorrendo parzialmente a fianco del Singel. Questo canale è rinomato per i suoi edifici sfarzosi e le sue dimore con facciate in arenaria, una tipologia di materiale molto costoso risalente al XVII secolo. Percorrendo il canale si trovano molti edifici interessanti tra cui: la Casa Bartolotti, una struttura del 1617 parte dell’edificio che ospita il museo del teatro (Theatermuseum), la Cromhouthuizen, una serie di 14 edifici costruiti nel 1660. il Bijbels Museum, il museo della bibbia fondato nel 1860. il Museo Willet-Holthuysen, una casa del 1687 trasformata in museo.

Il Keizersgracht prende il nome da Massimiliano D’Austria, imperatore del Sacro Romano Impero, ed è il canale più largo e più centrale dei quattro. Percorrendo il canale possono ammirarsi edifici che risalgono al XVII secolo come la Rode Hoed, una casa in cui abitava un fabbricante di cappelli nel cui retro venne stabilita una chiesa clandestina. Oggi è un centro culturale indipendente molto attivo e apprezzato dalla comunità. Imperdibili lungo il Keizersgracht: il Canal House Hotel, un albergo storico risalente al XVII secolo. La Huis Marseille, un edificio risalente al 1665 che ospita un museo dedicato alla fotografia. Il Foam, una struttura del 1863 dov’è presentata un’altra ricca collezione di foto. Il Museo Van Loon, una casa museo risalente al 1674.

Il Prinsengracht è il canale più lungo e famoso di Amsterdam: collega le zone nord, sud ed est con il centro della capitale, sul canale si possono ammirare diversi edifici risalenti al secolo d’oro e diverse case galleggianti, tra i luoghi di interesse principali che possono essere ammirati nel tragitto troviamo: la Westerkerk, la Noorderkerk, Woonbootmuseum e la Casa di Anna Frank che merita assolutamente una visita. Il canale poi è ricco di caffè che offrono la possibilità di rifocillarsi dopo una dura giornata potendo ammirare splendidi scorci di Amsterdam.

Fare una crociera sui canali di Amsterdam

Il miglior modo per visitare tutti i principali canali di Amsterdam è ripercorrerli a bordo di una delle tante imbarcazioni che offrono delle mini crociere dalla durata media di un’ora. La maggior parte dei tour partono nella zona di attracco vicino alla Stazione Centrale, lungo il Damrak, dove sono presenti anche le biglietterie delle varie compagnie. Oltre alle classiche imbarcazioni, si può poi optare di prendere parte a tour su imbarcazioni più piccole, più consone a gruppi di poche persone, per tour personalizzati.

Grazie alle dimensioni minime di queste imbarcazioni, sarà possibile raggiungere luoghi che le più comuni navi non possono raggiungere: ad esempio, oltre al tour sul fiume Amstel il tour prevede la visita negli stretti canali del quartiere a luci rosse o nelle aree periferiche e meno turistiche della città. Un modo per poter risparmiare durante il proprio soggiorno nella capitale sia per gli ordinari spostamenti mediante mezzi e sia per poter svolgere una mini crociera tra gli splendidi canali di Amstrerdam è attraverso la “I Amsterdam City Card”.

Questo abbonamento prevede svariati vantaggi tra questi vi è anche la possibilità di svolgere una crociera dalla durata di un’ora organizzata da una delle compagnie affiliate. Svolgere la mini crociera non necessita di prenotazioni, quindi bisognerà recarsi all’imbarco e chiedere la disponibilità di posto.

Le principali compagnie affiliate sono:

  • Amsterdam circle line (con attracco a Kerkstraat 155A presso Nieuwe Spiegelstraat, Prinsengracht 261, Ruysdaelkade 174);
  • Blue Boat Amsterdam canal cruises (con attracco a Stadhouderskade 501 (di fronte l’Hard Rock Cafè) e a Stadhouderskade 550 (di fronte all’Heineken Experience);
  • Lovers canal cruises (con attracco a Stationsplein 14 (area ovest Stazione Centrale);
  • Prins Hendrikkade 25 (di fronte alla Stazione Centrale);
  • Leliegracht 51 (accanto alla Casa di Anna Frank) Leidsekade 97 ;
  • Pier Leidsekade (accanto all’Amsterdam American Hotel);
  • Stromma (con attracco a Stadhouderskade 520 (Canal shop Rijksmuseum);
  • Amstel 200 (Stromma ticket shop – di fronte al Municipio),
  • Damrak: molo 5, Prins Hendrikkade 33A (di fronte alla Stazione Centrale) e a Prinsengracht 281 (Canal shop Westerkerk / Casa di Anna Frank).

La “I Amsterdam City Card” oltre a ricomprendere gratuitamente una mini crociera consente di risparmiare non solo sull’ingresso in molti musei e attrazioni ma garantisce sconti anche in vari ristoranti e negozi della capitale olandese ed inoltre prevede anche la possibilità di viaggiare illimitatamente su tutta la rete di trasporto pubblico di Amsterdam. La card può essere acquistata online o nei desk informativi sparsi per la città. Ci sono diversi tagli che si differenziano in base ai giorni di validità dell’abbonamento, potendo scegliere tra un abbonamento di 24h fino a uno di 96h; la card con valenza giornaliera costa 59 euro, da 48h 72 euro, da 72h 86 euro, da 96h 98 euro.

Tra le crociere più particolari vi è sicuramente quella organizzata dalla compagnia Stromma. La crociera dalla durata di 2 ore si effettua alle 20:30 e prevede un tour dei canali principali potendo degustare formaggi Henri Willig accompagnati da pane francese,olive, noci e vino. La compagnia Lidbergh propone una crociera simile con un menù composto da 4 portate potendo scegliere tra il menu di pesce, carne e vegetariano, è previsto anche un menu bambini. La crociera dura 2 ore e inizia alle ore 20:00. Da non trascurare, sempre in ottica risparmio, le formule che prevedono una crociera pagando un supplemento in caso di visita ad alcuni tra i principali musei della capitale. Tale possibilità la offrono il  Rijksmuseum, il Van Gogh Museum e l’Heineken Experience, infatti al momento dell’acquisto del biglietto potrà prenotarsi anche un mini crociera a un prezzo ridotto rispetto a quello ordinario.

Lascia un commento