Heineken Experience: orari dei tour e prezzi dei biglietti

Una delle attrazioni più interessanti di Amsterdam è senza dubbio l’Heineken Experience. La fabbrica originaria del celebre birrificio olandese sorge in una delle zone più antiche e suggestive della città; l’edificio storico è stato trasformato in un fantastico percorso multimediale che, attraverso varie attrazioni e filmati, permette ai visitatori di conoscere l’evoluzione del marchio ripercorrendo la storia dell’azienda e offrendo la possibilità di apprendere l’intero  processo di produzione della birra. Peculiarità del tour è la forte componente interattiva che lo rende una tappa interessante non solo per gli adulti ma anche per i più piccini.

Dove si trova l’Heineken Experience ad Amsterdam e come arrivarci

Come già accennato, l’Heineken Experience si trova nel quartiere De Pijp al civico 78 di Stadhouderskade 1072. È raggiungibile in diversi modi. Per chi parte dalla stazione centrale della città è possibile prendere uno dei tram che partono dalla Centraal Station di Amsterdam; è infatti possibile utilizzare le linee 7, 10, 16, 24 e 25 fino alla fermata Stadhouderskade. In alternativa, è possibile raggiungere la sede del tour via traghetto grazie al pontile situato di fronte all’edificio oppure in bicicletta, per immergersi in quello che viene considerato il quartiere latino di Amsterdam; il nucleo del quartiere si chiama Albert Cuyp, dove si svolge l’omonimo mercato (diventato una vera attrazione della città) composto da circa 250 bancarelle ed è possibile trovare articoli di ogni genere, oltre ad una vasta gamma di café e ristoranti.

Gli orari di accesso al tour

L’Heineken Experience è aperta tutta i giorni, secondo i seguenti orari:

  • dal lunedì al giovedì, dalle ore 10:30 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 17:30);
  • dal venerdì alla domenica, dalle ore 10:30 alle 21:00 (ultimo ingresso alle 19:00);
  • 24 e 31 Dicembre, dalle 10.30 alle 16.00 (ultimo ingresso alle 14.00);
  • a Luglio e Agosto tutti i giorni della settimana dalle ore 10:30 alle 21:00 (ultimo ingresso alle 19.00)

Per chi decide di vistare l’attrazione nel fine settimana (sabato e domenica) è consigliato anticiparsi per evitare noiose e lunghe file, a meno di non aver acquistato il biglietto per saltare la coda.

I biglietti Heineken Experience: prezzi e modalità d’acquisto

Il biglietto di ingresso può essere acquistato sia in biglietteria sia online, tramite l’apposita sezione del sito ufficiale della Heineken. L’attrazione offre due tipi di visita: Tour Heineken e Tour VIP.

Per il Tour Heineken, i prezzi dei biglietti (se acquistati online) sono i seguenti:

  • Adulto: 18 euro;
  • Bambino (12 – 17 anni): 14.50 euro;
  • Bambino (0 – 11 anni): gratis;
  • Gruppo (minimo 20 persone): 17 euro.

Gli stessi biglietti costano tre euro in più se comprati in biglietteria direttamente in loco. Il Tour VIP ha un costo fisso di 55 euro (la visita è riservata a gruppi di massimo 10 persone).

Per chi soggiorna per più giorni ad Amsterdam, un’ottima soluzione di risparmio sono i diversi abbonamenti che permettono l’accesso gratuito ai molti musei e attrazioni della capitale; tra questi sicuramente il principale è la I Amsterdam City Card, una tessera magnetica che consente di risparmiare non solo sull’ingresso in molti musei e attrazioni ma garantisce sconti anche in vari ristoranti e negozi della capitale olandese ed inoltre prevede anche la possibilità di viaggiare illimitatamente su tutta la rete di trasporto pubblico di Amsterdam.

La card può essere acquistata online o nei desk informativi sparsi per la città; è disponibile in diversi tagli che si differenziano in base ai giorni di validità dell’abbonamento, potendo scegliere tra un abbonamento giornaliero fino a uno di quattro giorni; la card valida 24 ore costa 59 euro, quella da 48h 72 euro, da 72h 86 euro, da 96h 98 euro. I possessori della tessera possono senza pagare nulla anche all’Heineken museum, tramite il sito ufficiale della card si potrà acquistare il biglietto e prenotare giorno e data di visita potendo così non incorrere in noiose e lunghe file. I visitatori di età inferiore a 18 anni devono essere accompagnati da un adulto. Conformemente alla legge olandese e alla politica di Heineken, non vengono servite bevande alcoliche ai minori di.

Heineken Experience Tour: il percorso 

Il tour si articola in un percorso interattivo dalla durata di 1 ora e 50 minuti che si svolge in varie fasi. All’ingresso, dove ogni ospite riceve un braccialetto verde, si viene accolti da un guida che illustra il processo di produzione della birra, dagli ingredienti basilari fino al prodotto finito pronto ad essere commercializzato.

La prima parte della visita prevede un passaggio nei locali dove si trovano le antiche cisterne in bronzo. Venivano utilizzate per la macerazione dell’orzo e del luppolo, non solo per la sua longevità e resistenza ma anche perché consentivano di non alterare le caratteristiche organolettiche del prodotto. Oltre alle cisterne si possono osservare gli antichi fermentatori. In questa sala viene offerto a ogni visitatore un primo assaggio del composto che poi diventerà una birra Heineken.

La fase successiva porta gli ospiti a vivere una straordinaria esperienza in 4D, il cosiddetto Brew you Ride. I visitatori si immergono virtualmente nel ciclo produttivo della birra, potendo comprendere al meglio come il prodotto viene realizzato lungo tutte le varie fasi di produzione.

Una delle aree più gettonate è quella dedicata alla degustazione. Arrivati al bar della fabbrica si ricevono due birre e un bicchiere con il marchio dell’azienda da poter portare via come souvenir. All’interno del bar si ha la possibilità di poter assaggiare anche varie tipologie di Heineken come ad esempio la Heineken 0 gradi. In alternativa alle due birre in omaggio si potrà scegliere di ricevere un attestato di “spillatore”, un souvenir sicuramente particolare e molto originale.

Terminata la degustazione il tour prosegue in aree dove l’interazione la fa da padrona. Attraverso vari supporti digitali si possono svolgere numerose attività legate alla produzione della birra come ad esempio “imbottiglia la tua Heineken”,  la “Esperienza Str. Bottle” o “Il Dj sei tu”. Tra le varie attrazioni spicca un biliardino marchiato Heineken (Sponsor ufficiale della UEFA Champions League). Attraverso vari pannelli lo staff del museo illustra l’intera storia dell’azienda incominciata nel lontano 1864 e arrivata oggi alla sua quarta generazione.

C’è poi la sala dedicata all’intrattenimento, arredata con le vecchie bottiglie ormai fuori produzione e con schermi affissi sulle pareti che trasmettono le vecchie pubblicità televisive del marchio. Prima di uscire dallo stabilimento si trova lo shop per acquistare souvenir, accessori e gadget, tutti naturalmente targati Heineken. Se si vuole invece provare un’esperienza unica e “privilegiata” si può prenotare un Tour Vip del birrificio. Un esperto accompagnerà i visitatori lungo il percorso dando accurate spiegazioni sul processo di produzione e sull’imbottigliamento. La parte clou però è la degustazione di diverse birre premium accompagnate da formaggi olandesi e bitterballen.

Breve storia del birrificio Heineken

L’azienda fu fondata ad Amsterdam nel 1864. Gerard Adriaan Heineken acquisì, per 48.000 fiorini, lo storico birrificio De Hooiberg (attivo dal 1592) pur essendo completamente inesperto del settore.

Con lungimiranza e intraprendenza negli affari, nel tempo i vari membri della famiglia Heineken hanno trasformato una piccola azienda nel più grande produttore di birra del Vecchio Continente, ad oggi leader incontrastato nella produzione e esportazione di birra di qualità premium nel mondo. Dal 1988 la fabbrica originaria è stata adibita a museo spostando la produzione in un complesso industriale ubicato in periferia.

Il Gruppo Heineken attualmente vanta un portfolio di oltre 250 brand attraverso i quali produce annualmente oltre 200 milioni di ettolitri di birra annui in 165 siti produttivi sparsi in oltre 70 Paesi. I principali marchi del gruppo, oltre ad Heineken, sono Amstel, Cruzcampo, Affligem, Zywiec, Starobrno, Tiger, Zagorka, Ochota, Murphy’s, Red Stripes, Star, Pelforth e Birra Moretti, Fischer, Dreher, Karlovacko, Ichnusa e McFarland. Grazie a tale politica di acquisizioni il Gruppo è al primo posto tra i produttori di birra in Europa e al secondo posto al mondo per ricavi (nel 2018 il fatturato lordo si è attestato infatti sui 24 miliardi di euro). Il Gruppo è quotato in borsa e ad oggi è controllato in maggioranza dalla famiglia Heineken: il singolo maggiore azionista è Charlene de Carvalho Heineken, figlia di Freddy Heineken, balzato agli onori della cronaca per essere stato rapito il 9 Novembre del 1983.

Leave a Reply