Stazione centrale di Amsterdam: tutto ciò che c’è da sapere sulla Centraal Station

La stazione di Amsterdam centrale (in neerlandese “Amsterdam Centraal Station” o anche “Centraal Station Amsterdam”) è la principale stazione ferroviaria della capitale olandese, nonché snodo nevralgico per l’intera rete del trasporto pubblico della città. Infatti è il punto di partenza-arrivo di metropolitana, treni (sia nazionali che regionali), tram, bus e traghetti  (nelle vicinanze della stazione si trova il molo dove partono le principali linee dei traghetti sia turistici che non).

Amsterdam stazione centrale: informazioni utili

La Stazione è ubicata nella zona del porto sull’IJ, ossia nella parte settentrionale della capitale. Davanti all’entrata principale si estende la piazza (Stationsplein) dove si trovano l’ingresso della metropolitana, le fermate dei tram e la maggior parte delle fermate degli autobus. Se si prende un tram della linea 2, che secondo molti percorre uno degli itinerari tramviari più belli del mondo, si possono scorgere alcune delle principali attrazioni della città, come piazza Dam, la cintura dei canali, il Rijksmuseum, il Museo Van Gogh e il Vondelpark. Altre linee tramviarie utili per raggiungere i maggiori punti di interesse della capitale sono la 1 e la 5 (oltre alla 2). La linea 9 passa per Piazza Spui, Piazza di Rembrambt, L’orto Botanico, il Museo della Resistenza, lo zoologico Artis e il Tropenmuseum. Le restanti linee 13 e 17 sono ideali per raggiungere: Westerkerk, Westermarkt e la casa di Anna Frank.

I tram di Amsterdam sono operativi dalle 6 di mattina alle 00:30 di notte. La frequenza, in base all’ora e al giorno della settimana, è di 5-10 minuti. La capitale è ben collegata anche tramite la metropolitana: le linee 51, 53 e 55 fanno capolinea alla Stazione Centrale, mentre la linea 52 vi transita soltanto, collegando il centro città alle zone periferiche. L’unica linea della metro di Amsterdam che non ferma alla Centraal è la numero 50.

I servizi della metropolitana di Amsterdam sono disponibili dalle 7 del mattino fino alle 00.30. Al di fuori della stazione si trovano due piazzali dedicati ai bus, sia per i collegamenti all’interno della città sia per collegamenti con altri paesi e città dell’Olanda. I biglietti di tram, bus e metro possono essere acquistati presso la biglietteria GBV che si trova nel piazzale antistante alla stazione. Un buon modo per risparmiare è acquistare un abbonamento di viaggio, soluzione utile per chi prevede molteplici spostamenti con i mezzi pubblici di Amsterdam.

Tra gli abbonamenti principali vi è sicuramente la I Amsterdam city card. È una tessera magnetica che consente di risparmiare non solo sull’ingresso in molti musei e attrazioni ma garantisce sconti anche in vari ristoranti e negozi della capitale olandese; inoltre prevede anche la possibilità di viaggiare illimitatamente su tutta la rete di trasporto pubblico di Amsterdam. La card può essere acquistata online o nei desk informativi sparsi per la città. Ci sono diversi tagli che si differenziano in base ai giorni di validità dell’abbonamento, potendo scegliere tra un abbonamento di 24h fino a uno di 96h; la card con valenza giornaliera costa 59 euro, quella da 48h 72 euro, da 72h 86 euro e da 96h 98 euro.

 

Altro abbonamento utile è l’Amsterdam Travel ticket: Questo biglietto comprende il viaggio in treno (in seconda classe) tra l’aeroporto di Amsterdam Schiphol e qualsiasi stazione di Amsterdam. Il pass è valido anche per viaggi illimitati su metro, tram, bus (compresi quelli notturni) e traghetti gestiti dalla società di trasporto pubblico GVB ad Amsterdam. Ci sono 3 diversi tagli, il biglietto di 24h costa 17 euro, 48h 22.50 euro e quello da 72h 28 euro. L’Amsterdam Travel ticket può essere acquistato online sul sito ufficiale dell’azienda fornitrice. Fuori dalla stazione il servizio Taxi è attivo 24 ore su 24 ed inoltre è anche presente un punto di noleggio biciclette. All’uscita della stazione, si trova anche il centro informazioni turistico, dove è possibile reperire cartine, guide e informazioni utili sui musei, monumenti e le attività di Amsterdam.

Il deposito bagagli alla Stazione Centrale di Amsterdam

Un servizio molto utile per chi vuole spostarsi in città senza l’ingombro della valigia è quello del deposito bagagli (in olandese: bagagekluizen) messo a disposizione dalla stazione stessa. Il deposito si trova nell’ala est della stazione, in una zona dedicata, ed è aperto tutti i giorni dalle ore 5.00 all’1.00. Gli armadietti sono disponibili in due grandezze. Il più grande è 90 x 60 x 40 cm e il più piccolo è 90 x 45 x 40 cm. La tariffa per un armadietto piccolo è di € 7 per le prime 24 ore; il costo prevede un supplemento se viene usato più a lungo. La durata massima di stoccaggio bagagli è di 9 giorni.

I collegamenti con l’aeroporto di Schiphol

L’aeroporto Schiphol dista 15 km dalla Centraal Station, ma sono molteplici le soluzioni per poter raggiungere il centro di Amsterdam per chi arriva nella capitale olandese per via aerea. La soluzione più comoda è sicuramente prendere il treno. La stazione ferroviaria si trova sotto la Schiphol plaza ubicata nel centro dell’aeroporto. Il servizio è attivo tutti i giorni 24 ore su 24. Durante le ore di punta, dall’aeroporto parte ogni 20 minuti un treno che collega l’aeroporto con la stazione centrale. Da mezzanotte fino alle 5 del mattino c’è un treno ogni ora. Vista la distanza alquanto contenuta, lo spostamento dura circa 20 minuti. Il biglietto costerà 3.30 euro e può essere acquistato facilmente presso i distributori di colore giallo presenti all’interno terminale; nel caso venga chiesto il codice per identificare la destinazione, quello per il centro città è il 1000.

Un’ottima alternativa al treno è sicuramente l’autobus. Il servizio pubblico mette a disposizione due linee diverse che collegano il centro città con l’aeroporto e sono la linea 370 e 197. Le corse sono molto frequenti durante il giorno, circa ogni 15 minuti, ed è attivo anche un servizio notturnoIl tragitto dall’aeroporto al centro di Amsterdam dura circa 30 minuti e il prezzo del biglietto è di 4 euro. Il titolo di viaggio può essere acquistato sia presso i distributori che a bordo. Ultima soluzione utile per arrivare alla stazione centrale partendo da Schiphol è il taxi. La corsa dura poco meno di 15 minuti e durante il giorno costa 35 euro mentre di notte o nei giorni festivi 50 euro. Soluzione questa utile soprattutto se si ha la possibilità di dividere il tragitto con più persone.

Amsterdam stazione centrale: dove pernottare e cosa vedere nei dintorni

Amsterdam è una città che offre diverse soluzioni per quanto riguarda il pernottamento. In prossimità della stazione centrale sono molteplici gli ostelli e gli hotel in cui alloggiare; tra questi vi sono l’hotel Ibis che offre un soggiorno piacevole garantendo pulizia e i confort essenziali, ad un prezzo ragionevole. Altre due soluzioni possono essere l’hotel Double Tree by Hilton e il Park Plaza Victoria. Entrambe le strutture sono di lusso e garantiscono ai propri ospiti ogni tipologia di servizio per rendere il soggiorno il più piacevole possibile. Una soluzione molto originale può essere affittare una houseboat: la stazione non dista molto dai canali e lì ve ne sono molte che possono essere affittate a prezzi modesti potendo cosi vivere un’esperienza unica che solo Amsterdam può offrire.

Per quel che concerne le attrazioni turistiche, appena usciti dalla stazione si noterà subito la massiccia facciata (finita di restaurare e riaperta al pubblico nel 2005) della St. Nicolaaskerk, una basilica edificata verso la fine del XIX secolo e dedicata al Patrono della città, San Nicolao. Inoltre nelle vicinanze della stazione (sulla trafficata strada Prins Hendrikkade) si trova una piccola torretta (oggi café e locale per party privati) che porta il nome di Schreyhoeckstoren (Torre delle Lacrime), in quanto nel Secolo d’Oro le donne si radunavano qui per piangere i loro uomini in procinto di partire per lunghi viaggi. Oggi ha perso la sua funzione difensiva, e viene identificata come il punto di entrata del noto Quartiere a Luci Rosse di Amsterdam. Infine dalla stazione distano a pochi minuti sia il Museo della Scienza e della Tecnologia NEMO e il Museo della Navigazione; a circa 10 minuti di cammino si trova anche Piazza Dam.

Amsterdam stazione centrale: storia

I lavori per la costruzione della stazione centrale di Amsterdam iniziarono nel 1881 e terminarono nel 1889, anno in cui venne inaugurata; presenta chiari richiami architettonici sia allo stile neo-rinascimentale sia a quello gotico, correnti artistiche che hanno influenzato anche l’aspetto del Rijksmuseum (entrambe le strutture furono infatti progettate dallo stesso architetto ossia Petrus Cuyper).

L’edificio principale, costruito in mattoni rossi, è lungo circa 100 metri e presenta molte decorazioni che fanno riferimento alla secolare tradizione marittima della città. Ai lati della facciata sono poste due imponenti torri dell’orologio (curiosità: le lancette della torre est indicano l’ora, le lancette della torre ovest la direzione del vento). L’imponente struttura poggia su tre isole artificiali sostenute da ben 8000 pali di legno e sulla sabbia ricavata dagli scavi del Canale del Mare del Nord. Dagli anni ’70 l’edificio è classificato come ‘rijksmonument’ (letteralmente “monumento del regno” qualifica che può essere acquisita solo per gli edifici che si contraddistinguono per la particolare bellezza artistica, valore storico o importanza scientifica).

La struttura ha subito nel corso del tempo numerosi restauri: nel 1920 fu demolita l’ala orientale progettata da Cuypers. Nel XXI secolo le ristrutturazioni hanno per lo più interessato l’edificio principale: infatti l’atrio a cui si accede dall’ingresso principale è stato riportato allo stato originale; la sala d’attesa di prima classe (ubicata al secondo piano nei pressi del binario 2) in stile Liberty è stata trasformata in un lussureggiante Gran Cafè. La stazione oggi dispone di 15 binari coperti da due cupole: la prima presenta una campata di 45 metri mentre la seconda, (di costruzione più recente), presenta una campata di 34 metri.

Lascia un commento