Maastricht, cosa vedere: dalla Basilica di San Servazio al Museo Bonnefanten

Sulle rive del fiume Mosa si trova il capoluogo della Provincia del Limburgo. Maastricht ed è una delle città più suggestive di tutta l’Olanda. Il motivo principale della sua fama è legato al documento (conosciuto come Trattato di Maastricht) sottoscritto nel 1992 da 12 paesi dell’Unione Europea. Ma Maastricht è molto di più; una città tutta da scoprire, apprezzata dai tanti turisti che ogni anno vi si recano in occasione delle vacanze.

Dove si trova Maastricht Olanda

Maastricht sorge nella parte orientale del Limburgo, la provincia più meridionale dei Paesi Bassi, che si incunea tra Belgio e Germania. Per questo, la città olandese è considerata un punto d’incontro di diverse culture. L’influenza straniera – oltre che negli usi e i costumi – si percepisce anche a livello linguistico, con espressioni tedesche e francesi (l’idioma transalpino è parlato da oltre il 40% della popolazione in Belgio) entrate ormai nel vocabolario giornaliero dei locali.

Come arrivare a Maastricht

La maggior parte delle grandi province dell’Olanda è collocata fra il centro e il nord del paese. Quindi è necessario attraversare i Paesi Bassi per raggiungere Maastricht da città quali Amsterdam e L’Aia. Fra i centri abitati di una certa importanza, il più vicino di tutti è sicuramente Eindhoven.

Da Amsterdam

IN AUTOMOBILE – Il percorso più veloce è quello lungo l’A2. Bisogna per prima cosa prendere l’A10 ad Amsterdam-Oost dalla s112 e poi svoltare sulla A2 in direzione Viaductweg. Poi, prendere l’uscita 53 da N2. È poi necessario continuare sulla Viaductweg ed in seguito prendere Noorderbrug, Boschstraat e Kleine Gracht in direzione Markt. Uscire a Maastricht-Centrum. In totale occorrono circa 2h 20m di viaggio non calcolando eventuali soste lungo il percorso.

CON I MEZZI PUBBLICI – È disponibile un intercity che da Amsterdam porta direttamente a Maastricht. I tempi di percorrenza (2 h 35 m) sono sovrapponibili a quelli dell’automobile, ma senza lo stress della guida. Si parte da Amsterdam Sloterdijk e si scende alla stazione di Maastricht.

Da L’Aia

IN AUTOMOBILE – L’Aia dista 230 km da Maastricht. Volendo percorrerli in auto, bisogna prendere la A12 a Laak e proseguire sino all’uscita 35 da N2. Continuare sulla Viaductweg ed in seguito prendere Noorderbrug, Boschstraat e Kleine Gracht in direzione Markt.

CON I MEZZI PUBBLICI – Per arrivare in treno a Maastricht da L’Aia conviene fare tappa ad Eindhoven. Dalla stazione Den Haag Centraal parte un Intercity ogni 30 minuti che, dopo un’ora e mezza circa, giunge ad Eindhoven Centraal. Da lì basta cambiare intercity (generalmente parte dal binario 3) e scegliere quello che arriva a Maastricht dopo tre fermate.

Da Rotterdam

IN AUTOMOBILE – Prendere l’A16 ad Ijsselmonde da Guodsesingel e S107. In seguito, seguire l’A16, A58/E312 e infine l’A2 in direzione di Viaductweg. Prendere poi l’uscita 53 da N2. Proseguire su Viaductweg, prendere Noordebrug, Boschstraat e Kleine Gracht in direzione Markt fino a Maastricht-Centrum.

CON I MEZZI PUBBLICI – Anche partendo da Rotterdam è consigliato transitare per il Brabante Settentrionale. Dalla Centrale di Rotterdam parte un intercity per la corrispettiva di Eindhoven; si deve poi cambiare e prendere il treno diretto a Maastricht.

Da Utrecht

IN AUTOMOBILE – Prendere la Nachtegaalstraat ed in seguito Maliebaan e Waterlinieweg in direzione A28 Oost. In seguito, spostarsi sulla A2/E25 in direzione Viaductweg. Prendere poi l’uscita 53 da N2. Continuare su Viaductweg, come per le tratte precedenti, fino a Maastricht Centrum. In totale sono necessarie poco meno di due ore di viaggio, soste escluse.

CON I MEZZI PUBBLICI – Da Utrecht Centrale basta prendere l’intercity diretto per Maastricht. Tempo di percorrenza: 1 ora e 57 minuti.

Da Eindhoven

IN AUTOMOBILE – Serve un’ora di guida per arrivare a Maastricht da Eindhoven. Prendere la A2/E25 a Waalre da Leenderweg e poi seguire la A2 in direzione Viaductweg a Maastricht Olanda. Imboccare l’uscita 53 da N2. Continuare su Viaductweg, Noorderbrug, Boschstraat e Kleine Gracht in direzione Markt.

CON I MEZZI PUBBLICI – In un’ora e tre minuti l’intercity che va dalla Centrale di Eindhoven a quella di Maastricht porta a destinazione i suoi passeggeri.

Itinerario di Maastricht

Il centro della città è piccolo e facilmente esplorabile a piedi. Di particolare bellezza ed importanza storica sono le basiliche di Nostra Signora e San Servazio. Ma sono tantissimi, in generale, i monumenti antichi da vedere, così come gli esempi di architettura moderna. Non mancano anche scenari naturali di incredibile fascino come le grotte di San Pietro.

Il museo Bonnefantenmuseum è un’attrazione imperdibile per chi ama la pittura; l’esposizione include opere realizzate da artisti italiani, fiamminghi ed olandesi. Restando in tema cultura, Maastricht possiede una delle biblioteche, dal punto di vista architettonico, più belle al mondo: la Boekhandel Dominicanen, originariamente una chiesa gotica, poi sconsacrata. Il Vrijthof è invece il cuore pulsante della città, luogo da visitare per tutti i curiosi che vogliono toccare con mano la vera tradizione del sud dei Paesi Bassi. Una piazza vivace ed animata, in particolar modo di sera.

Restando in tema piazze, merita una visita anche quella del mercato. Vi si può provare il cibo olandese più caratteristico. La Skotstraat, invece, è un passaggio obbligato per gli amanti della moda e dello shopping.

Il Carnevale di Maastricht Olanda

Nel capoluogo del Limburgo si celebra uno dei carnevali più famosi al mondo. Generalmente i festeggiamenti durano tre giorni, durante i quali le strade si riempiono di persone vestite nei modi più stravaganti e si tengono innumerevoli parate. Il tutto si conclude con una competizione per scegliere il migliore fra i pekses, i travestimenti. Il tutto ha inizio in piazza Vrijthof, con i colpi di cannone a scandire l’avvio delle festività. Ogni sera si tengono dei balli speciali in tutti i luoghi più importanti della città. Molti negozi -in particolare alimentari- restano aperti anche di notte in concomitanza con il Carnevale.

Ogni anno, a Maastricht viene scelto un Prins Carnaval. La sua identità viene tenuta nascosta dall’associazione sino al giorno prima dell’inizio della festa. È in quel momento che il sindaco gli porge le chiavi della città, “consegnandogli il potere” per i tre giorni che seguiranno. Una tradizione unica, che a Maastricht si continua a celebrare con orgoglio.

Leave a Reply