Olanda in bici: informazioni generali ed itinerari

I Paesi Bassi sono uno dei paesi con il tasso di utilizzo della bicicletta più alto al mondo. Il territorio pianeggiante e il clima mite, assieme a oltre 37mila chilometri di piste ciclabili, ne fanno una meta ideale per il cicloturismo. Non è quindi un caso che gli olandesi usino tanto la bici, non solo per muoversi in città ma anche per esplorare e godersi appieno i paesaggi rurali, famosi in tutto il mondo, tanto quanto i mulini, i tulipani e i piccoli villaggi isolati.

Informazioni generali sull’Olanda in bicicletta

In generale, le infrastrutture olandesi sono di ottimo livello; quasi tutte le strade sono costeggiate da piste ciclabili, debitamente segnalate da appositi cartelli. La rete di piste ciclabili dei Paesi Bassi è organizzata intorno a degli “incroci”. Ognuno di questi è contraddistinto da un numero. Si può dunque, mappa alla mano, pianificare in modo dettagliato la propria gita fuori porta senza dover necessariamente ricorrere ad un tour organizzato.

Il nuovo sistema di percorsi a incroci sta via via rimpiazzando la vecchia organizzazione, basata su un’identificazione a tema. Esempi di quest’ultima si trovano ancora in alcune zone d’Olanda, ma sono destinati a scomparire negli anni a venire.

Una parte delle piste ciclabili olandesi prendono il nome di Landelijke Fietsroutes (abbreviati con le iniziali LF) e sono i percorsi ciclabili nazionali. La linea LF è lunga oltre 4.500 km e i suoi percorsi sono contraddistinti da cartelli indicatori con il numero del percorso. Molti di questi itinerari proseguono addirittura oltre i confini olandesi, come ad esempio LF2 che arriva sino a Bruxelles partendo da Amsterdam.

Noleggiare una bicicletta in Olanda

Trovare una bici nei Paesi Bassi è molto semplice. Per il noleggio, il posto migliore sono sicuramente le stazioni ferroviarie. Il prezzo medio è di 6-7 euro al giorno. In cambio, bisogna però lasciare un deposito che generalmente oscilla fra i 50 ed i 150 euro. In crescita il numero di utenti che richiedono biciclette elettriche, il cui costo di noleggio è, prevedibilmente, leggermente più alto.

Anche gli hotel si sono attrezzati per accogliere i turisti con bicicletta a noleggio, proponendo comodi parcheggi a due passi dalla propria struttura. In alternativa, si possono utilizzare i parcheggi a pagamento sia pubblici che privati. La stagione perfetta per avventurarsi nel turismo a due ruote in Olanda è quella tra primavera ed estate: il caldo non è eccessivo e le piogge sono meno insistenti.

Gli itinerari consigliati

  • AMSTERDAM – HAARLEM – LEIDA – AMSTERDAM

Un’immersione nella terra dei tulipani. Questo itinerario permette di ammirare vasti campi di tulipani in piena fioritura, se effettuato fra aprile e maggio. Oltre ai fiori – per i quali il parco Keukenhof è una tappa obbligata – si potranno ammirare splendidi prati verdi e laghi dalle acque purissime. Il rientro ad Amsterdam, passando per la celebra cittadina universitaria di Leida, avviene generalmente costeggiando il fiume Amstel.

  • AMSTERDAM – HAARLEM – ZAANDIJK – VOLENDAM – AMSTERDAM

Una volta visitata a fondo Amsterdam, ci si può mettere in sella e recarsi ad Haarlem che ogni anno attira migliaia di turisti con i suoi caratteristici hofjes, i cortili tipici della città. Lasciato il centro urbano, si aprono i paesaggi naturali tipici della periferia olandese. Arrivati ad Haarlem, è consigliato vedere la piazza del mercato e il ponte sul fiume Spaarne. La regione dello Zaan fu la prima ad essere industrializzata in Europa, grazie alla forza sprigionata dai suoi mulini a vento. E proprio questi, alcuni dei quali sono stati inclusi fra i siti UNESCO, sono il must-see a Zaandijk. A Volendam c’è un pittoresco borgo di case in mattoncini rossi che valgono certo una visita. Il museo situato nei pressi delle abitazioni raccoglie alcuni degli oggetti più caratteristici della cultura locale.

  • UTRECHT – AMSTERDAM – ZANDVOORT – SCHVENINGEN – GOUDA – UTRECHT

La pedalata fra Utrecht ed Amsterdam viene addolcita dallo splendido paesaggio, incluso quello costiero, che si costeggia nei 62 km di percorso. Proseguendo nell’itinerario ci si imbatterà nella zona delle dune e delle coltivazioni di bulbi, luoghi ideali per una sosta se si è amanti del mondo floreale. Questo percorso permette anche di vedere L’Aia, che è una delle città più eleganti di tutta l’Olanda e residenza della Famiglia Reale d’Olanda.

Leave a Reply