Rotterdam, cosa vedere: l’itinerario completo

Seconda città dei Paesi Bassi per popolazione, Rotterdam (insieme a L’Aia) forma una delle aree urbane più popolose del vecchio continente. È situata nella provincia dell’Olanda Meridionale e ospita il porto più grande d’Europa, nonché undicesimo al mondo per estensione. Si chiama Europoort e, anche in virtù della posizione, gli è stato conferito l’appellativo di Porta d’Europa. Rotterdam è sinonimo di mare. Di conseguenza, si tratta di una città cosmopolita, in quanto crocevia di rotte marittime e terrestri; non a caso, un terzo della sua popolazione è nato al di fuori dei confini dei Paesi Bassi. La città, quindi, merita certamente una visita: vediamo quindi cosa vedere a Rotterdam, anche quando si ha poco tempo a disposizione.

Il passato cancellato dagli orrori della Seconda Guerra Mondiale

Nel maggio del 1940, Rotterdam fu invasa dalle truppe dell’esercito tedesco. La Luftwalle bombardò a tappeto il centro abitato, radendone al suolo gran parte gli edifici tranne il municipio, la posta, la borsa e la Chiesa di San Lorenzo. In totale furono oltre 24mila gli stabili distrutti; l’evento lasciò 80mila persone senza dimora.

I danni provocati dai bombardamenti hanno imposto una ricostruzione forzata della città. L’edificazione dei nuovi palazzi avvenne tra gli anni ’50 e gli anni ’70; nel decennio immediatamente successivo emersero alcuni errori nella ricostruzione urbanistica e fu quindi necessaria una nuova campagna di per proteggere maggiormente la città dai forti venti.

Rotterdam, assieme ad Amsterdam, L’Aia ed Utrecht, viene considerata ormai come parte di un’unica area urbana, una metropoli detta Randstad.

Un itinerario completo per visitare Rotterdam

Rotterdam è una delle città più visitate dei Paesi Bassi, sia per quanto riguarda il turismo interno sia per quello proveniente dall’estero. Sono numerosi i luoghi d’interesse; per questo, nel caso in cui si abbia poco tempo a disposizione per godersela a pieno, è necessario ottimizzare il tempo a propria disposizione e concentrarsi su quanto di meglio ha da offrire la città.

Partendo dalla Stazione Centrale, ecco itinerario completabile nel giro di uno/due giorni, che permetterà ai turisti di visitare i punti più interessanti di Rotterdam.

Cool District

È la zona più vivace di tutta la città. Grandi magazzini, ristoranti di alto livello, boutique con prodotti di lusso, eleganti caffè in stile pub. Sono solo alcune delle attività che, specialmente di sera, attirano maggiormente turisti. Per raggiungere il quartiere dalla stazione centrale è preferibile utilizzare i mezzi pubblici. In particolare, prendendo il tram alla fermata Rotterdam Centraal, la linea 8 porta i passeggeri interessati a destinazione in soli 4 minuti. La fermata di riferimento è Lijnbaan. In auto o in taxi servono circa 10 minuti, lo stesso tempo necessario per arrivarvi attraversando la zona pedonale.

Museum Park

Terminata la visita al distretto più bohémien della città, il consiglio è quello di spostarsi verso Museum Park. Volendo recarvisi a piedi, a passo tranquillo, servono all’incirca 10 minuti di tragitto. Nel caso in cui si vogliano utilizzare i mezzi pubblici, bisogna prendere la linea 32 della metro e salire Westblaak e scendere alla fermata successiva, ovvero Eendrachtsplein. Ma cosa c’è da vedere a Museum Park? Tanto, tanto verde, contornato dagli edifici storicamente più rilevanti della città. È il centro nevralgico della cultura cittadina.

Oudehaven, il porto vecchio

Oudehaven (letteralmente “vecchio porto”) è il vero gioiello di Rotterdam. Lo scenario è mozzafiato, con i tipici ponti olandesi ad offrire uno scorcio di rara bellezza. Il tutto diventa ancora più suggestivo in serata, grazie all’illuminazione delle luci artificiali. Arrivare al porto vecchio da Museum Park è estremamente semplice e veloce: in taxi, per esempio, sono necessari solamente 6 minuti. Chi ama camminare può raggiungerlo a piedi: per coprire la distanza di poco più di un chilometro e mezzo bastano poco più di 20 minuti ad andatura media. Per raggiungere Oudehaven in metro, salendo a Eendrachtsplein, bisogna scendere alla fermata Blaak della linea B (gialla) della metropolitana è quella più vicina al porto vecchio.

Il ponte Erasmusbrug

L’Erasmusbrug è il ponte intitolato ad Erasmo da Rotterdam, umanista olandese famoso in tutto il mondo. Non si può pensare di lasciare Rotterdam senza prima aver ammirato questa splendida struttura panoramica facilmente raggiungibile ance dal porto vecchio. In bicicletta, ad esempio basta una dozzina di minuti si può arrivare a destinazione. In taxi, invece, servono meno di cinque minuti. Più articolato il collegamento con i mezzi pubblici: la metro, da Blaak a Beurs (linea rossa) conduce sino alla fermata del tram (Slinge, linea E), dove è necessario salire a bordo e attendere due fermate per scendere a Wilhelminaplein

Katendrecht

Ex quartiere a luci rosse, noto anche come de Kaap, “il capo”. Ad oggi è un luogo imperdibile per tutti coloro che vogliono provare la cucina olandese più autentica. Distante una ventina di minuti a piedi da Erasmusburg, è raggiungibile anche in taxi, per accorciare i tempi (9 minuti). Da valutare anche la bici come alternativa, ideale per gli appassionati o per chi è particolarmente propenso a pedalare. Sconsigliato l’utilizzo dei mezzi pubblici, che in questo caso non fanno altro che allungare (e di molto) i tempi di percorrenza: con il bus (n. 77) da Rijnhaven a Katendrechtsestraat, si impiegano circa 17 minuti, traffico permettendo.

Le case cubiche di Piet Blom

Le case cubiche (“Kubuswoningen”, in olandese) sono una delle principali attrazione di Rotterdam. Si tratta di un singolare progetto architettonico realizzato anche a Toronto e ad Helmond. Le parole non possono fare giustizia ad un’opera del genere, che va necessariamente ammirata dal vivo. Partendo da Katendrecht, bisogna escludere la possibilità di arrivarvi a piedi; in bici, invece, è un percorso fattibile in un quarto d’ore circa. Con la metropolitana, partendo dalla stazione di Wilhelminaplein (linea blu), in tre minuti si giunge a Beurs. Da lì bisogna cambiare linea e prendere la verde e scendere alla prima fermata, Rotterdam Blaak.

Il mercato coperto di Rotterdam

L’area mercatale si trova di fronte alle case cubiche di Blom. Oltre alla varietà dei prodotti venduti al suo interno, è la struttura particolarmente originale che ospita il mercato a colpire i visitatori. Al suo interno vi si trovano numerosi negozi e ristoranti etnici.

Leave a Reply