NEMO Amsterdam: guida e informazioni utili sul museo delle scienze

Amsterdam non solo offre ai visitatori splendide esposizioni artistiche e floreali ma vanta musei di enorme prestigio specializzati nell’ambito tecnologico-scientifico come il NEMO (il cui nome per esteso è New Metropolis Science Museum). Questo edificio, il più grande centro scientifico dei Paesi Bassi, ospita infatti un’ enorme quantità di padiglioni dedicati alla tecnologia, alla fisica, alla chimica e alla biologia. Punto di forza del museo è la partecipazione attiva che lo rende meta ideale per i visitatori di ogni età (soprattutto per famiglie con bambini piccoli).

La storia del NEMO Museum

Il Nemo fu fondato nel 1923 col nome di Labour Museum, ed è ospitato dal 1997 in un edificio ubicato nel porto vecchio di Amsterdam. La struttura rivestita in rame ossidato del NEMO è stata progettata da Renzo Piano nei primi anni Novanta con lo scopo di ricordare l’aspetto di una nave che riemerge dalle acque della zona storica portuale della capitale. L’architetto italiano progettò la copertura dell’edificio in modo che formasse un piano a pendenza costante, così da permettere al pubblico di accedere in qualsiasi momento al tetto panoramico del museo per mezzo di un percorso a gradonicon l’aggiunta di ascensori per l’accesso dei disabili.

Museo NEMO Amsterdam: cosa vedere

Il Museo si sviluppa su 5 livelli ognuno specializzato in una specifica tematica dove sarà possibile praticare esperimenti (chimici, fisici, meccanici, tecnici), prendere parte ad illusioni ottiche o riprodurre onde acustiche e trombe marine. La possibilità di apprendere è quindi certa il tutto agevolato da supporti multimediali, ricostruzioni e modelli 3 D. Inoltre ogni giorno sono previste, a tema didattico, proiezioni di film e rappresentazioni teatrali (molto interessanti infatti gli spettacoli di “causa – effetto” riproposi ogni giorno dallo staff della struttura).

1° Piano: Fenomena

Il primo piano del museo è dedicato ai fenomeni naturali (Fenomena) e alle leggi fisiche alla base del nostro universo. In questo piano ci si dedicherà alla comprensione dei fenomeni naturali che ogni giorno ci circondano potendo svolgere esperimenti e prendere parte a dimostrazioni per comprenderne: l’inizio, il normale corso di vita e la loro fine. Si potrà interagire con vari elementi come: la luce, il suono o l’elettricità statica apprendendo, attraverso le dimostrazioni pratiche, come si articola la ricerca scientifica e la metodologia posta alla sua base.

2° Piano: Technium

Il secondo piano è invece incentrato sulla tecnologia e l’obbiettivo è quello di mostrare ciò che è alla base di ogni strumento di ultima generazione di normale uso nella vita quotidiana spiegando il meccanismo di  funzionamento, la storia e l’evoluzione avvenuta nel tempo. La matematica, la geometria e la chimica la fanno da padrona e ci permetteranno di scoprire i segreti della progettazione e della realizzazione di ogni strumento presente. Interessanti le varie esposizioni interattive dove sarà possibile ricostruire pezzo dopo pezzo alcuni dispositivi presenti nelle varie aree dedicate. In questa area i bambini possono svolgere esperimenti e dimostrazioni sulla prospettiva ed osservare mostre specifiche riguardanti le  forme geometriche e l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

3° Piano: Elementa

I corpi celesti sono i protagonisti del terzo piano del Nemo Museum. Il padiglione Elementa infatti non soltanto approfondisce nel dettaglio il fenomeno del Big Bang ma permette di analizzare i vari pianeti conosciuti attraverso molteplici rappresentazioni visive; inoltre molto interessanti sono i filmati in 3d che permetteranno di osservare il ciclo vitale di una stella o di un buco nero. Il Nemo permette anche di aggiornarsi sulle ultime scoperte umane compiute in tale ambito e di come l’uomo pian piano stia iniziando a colonizzare lo spazio.

4° Piano: Humania

Il quarto piano è completamente dedicato al corpo umano e al suo funzionamento. Ad Humania potranno effettuarsi svariati esperimenti e partecipare a moltissime dimostrazioni incentrate alla comprensione dei meccanismi,cosi delicati e complessi, del corpo umano. Interessanti infatti sono i padiglioni dedicati al cervello o quelli specializzati nell’approfondimento dell’apparato digerente o uditivo. I visitatori potranno infatti conoscere i vari meccanismi che ci portano all’apprendimento, all’immagazzinamento nell’area della memoria delle informazioni e come il cervello reagisce ai vari stimoli come: tristezza, dolore, felicità, amore ecc. ecc. Cosi come anche comprendere come il cibo viene scomposto e come il nostro apparato digerente scinde i vari elementi nutrizionali da ciò che è superfluo per il nostro organismo; oppure apprendere come un suono viene percepito e decodificato poi, dopo un lungo processo, dal cervello. Nel corso della visita, ogni bimbo può utilizzare microscopi per vedere batteri e cellule e realizzare esperimenti di laboratorio come un vero chimico con tanto di camice.

5° piano: Energetica e terrazza

Il quinto e ultimo piano del NEMO è ubicato sul tetto della splendida struttura a forma di prua creata dal celebre architetto italiano Renzo Piano. Quest’ultimo livello è dedicato all’energia e si potranno praticare svariate attività all’aperto da svolgersi in questa gigantesca piazza. I visitatori avranno modo di creare un arcobaleno, apprendere il funzionamento dell’energia solare, geotermica o eolica oppure imparare a leggere l’ora attraverso le varie meridiane ubicate sull’intero piano. Il tetto è aperto al pubblico gratuitamente ed è raggiungibile con ascensore o scala esterna. Ospita una terrazza panoramica con vista spettacolare su tutta Amsterdam e un ristorante dove fermarsi a pranzo o per una pausa caffè.

NEMO Museum Amsterdam: dove si trova e come arrivare

Il Nemo è ubicato nella zona del porto sull’IJ ossia nella parte settentrionale della capitale all’ Oosterdok 2 di Amsterdam poco distante dalla Stazione Centrale, la sua struttura color verde rame spicca ed è facilmente notabile se si è in zona. Arrivare al Nemo per i visitatori è facilissimo, la struttura infatti è ottimamente collegata con i bus 22, 42 e 43  con arrivo (fermata Kadijksplein)  a pochi metri dall’ingresso principale. Anche l’arrivo in metro o in tram è agevole bisognerà scendere alla fermata della Stazione Centrale e da li spostarsi a piedi, il tragitto è breve e piacevole. Per chi si sposta con i mezzi pubblici, per evitare di incorrere in multe, da non dimenticare di fare sempre il doppio check sia all’ingresso che all’uscita dal mezzo.

Biglietti per il NEMO Amsterdam

Il NEMO Museum di Amsterdam è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:30, ad eccezione di alcuni lunedì dell’anno, Capodanno, a Natale e il 30 Aprile.

Il biglietto costa 11 € per gli adulti e bambini dai 4 anni in poi, e i più piccoli entrano gratis.

La fila per accedere è di solito scorrevole ma se si decide di visitare il museo durante i periodi di festività meglio munirsi di biglietto con ingresso prioritario (acquisibile dal sito ufficiale del museo) che permetterà di saltare la fila e accedere agevolmente alla struttura. Un buon modo per risparmiare è sicuramente attraverso la sottoscrizione di un abbonamento.

Accedere al Museo con la I Amsterdam City Card

Sono diversi gli abbonamenti che permettono l’accesso gratuito ai molti musei e attrazioni di Amsterdam tra questi sicuramente il principale è la “I Amsterdam City Card”, una tessera magnetica che consente di risparmiare non solo sull’ingresso in molti musei e attrazioni ma garantisce sconti anche in vari ristoranti e negozi della capitale olandese ed inoltre garantisce anche la possibilità di viaggiare illimitatamente su tutta la rete di trasporto pubblico di Amsterdam. La card può essere acquistata online o nei desk informativi sparsi per la città. Ci sono diversi tagli che si differenziano in base ai giorni di validità dell’abbonamento, potendo scegliere tra un abbonamento di 24h fino a uno di 96h, la card con valenza giornaliera costa 59 euro, da 48h 72 euro, da 72h 86 euro, da 96h 98 euro. Il biglietto potrà essere acquistabile online recandosi sul sito ufficiale della “I Amsterdam City Card” e inserire il codice ID presente sul retro della carta, compilare un form con i propri dati e selezionare il giorno e l’orario in cui si intende visitare il museo. A prenotazione effettuata, arriverà una email di conferma con il voucher che bisognerà mostrare direttamente all’ingresso insieme alla card. La prenotazione non comporta alcun costo aggiuntivo.

Accedere al Museo con la Holland Pass

Tramite questo tipo di abbonamento però non sarà possibile acquistare il biglietto online, bisognerà quindi recarsi alla struttura nella speranza di poter trovare disponibilità in qualche orario d’accesso. La Holland Pass offre un numero di crediti che possono poi essere tramutati in ingressi. Ci sono tre tipologie di card da: 3 crediti(40euro),4 crediti (55 euro), 6 (75euro)crediti e possono essere acquistate o online o in loco presso i vari info point o anche presso molti hotel di Amsterdam. Ultimo abbonamento da segnalare è l’Amsterdam Museum Pass (per turisti da non confondere quindi con quella dedicata ai residenti). Questa card permette un semplice sconto del 20% sul prezzo finale oltre  all’accesso gratuito alle principali attrazioni della città (Van Gogh Museum, Rijksmuseum) inoltre prevede anche una crociera sui canali della città e il trasferimento andata-ritorno in treno tra albergo ed aeroporto più inoltre lo sconto del 20% sul biglietto di ingresso di varie attrazioni: il museo di Stedelijk, Hermitage, Heineken Experience, Madame Tussauds Museum e tanti altri. La card può essere reperita dal sito ufficiale dell’Amsterdam City Pass e tutte le indicazioni utili arriveranno sull’indirizzo email che si indicherà inizialmente. La struttura è accessibile per i portatori di handicap e permette l’introduzione di cibo da poter consumare nelle aree apposite.

Cosa visitare nelle vicinanze del NEMO Museum

Dopo aver concluso l’esperienza al Nemo Museum si potrà visitare il Museo Navale di Amsterdam (Scheepvaartmuseum). Simbolo del museo sono alcuni vascelli posti nei canali attorno alla struttura tra cui l’Amsterdam un vascello del 17° secolo usato dalla Compagnia delle Indie per i rapporti commerciali con l’Indonesia. Questo museo è dedicato alla storia marinara di Amsterdam ed al mare in generale, con percorsi tematici che iniziano dall’epoca romana fino ai giorni nostri, documenti cartografici e strumenti da navigazione, modelli di navi da guerra e da carico, e la ricostruzione delle vicende della Compagnia Olandese delle Indie Orientali.

L’apertura del museo è dalle 10 alle 17, tutti i giorni tranne i lunedì da giugno a settembre. Di domenica apre alle 12. Il biglietto costa 7,50 € per gli adulti, 6 € per gli anziani con più di 65 anni, 4 € per gli studenti e i ragazzi da 6 a 17 anni. I bambini fino a 5 anni entrano gratuitamente. Poco distanti dal Nemo troviamo la favolosa Stazione centrale e la casa di Rembrandt due strutture dalla storia diversa ma che meritano sicuramente una visita. Nel caso visitiate la casa di Rembrandt  la sera la si potrà trascorrere nella stupenda Rembrandtplein. La piazza prende il nome dal celebre artista Rembrandt dove infatti è situata l’abitazione dove il pittore ha vissuto nel suo momento artistico più importante. La piazza è ricca di ristoranti, bistrot e bar, quindi qui si potrà cenare e poi rilassarsi sorseggiando un buon drink o gustando un buon piatto tipico della tradizione fiamminga.

 

Lascia un commento